Apple: arriva la iRadio

Scritto il 9 aprile 2013 da Simona Gauri

Non solo tv (anzi, farei meglio a dire… iTV): Apple è prossima a chiudere un accordo con Warner Bros e Universal Music Group per quanto riguarda lo streaming di contenuti su un servizio iRadio, che si porrà in diretta concorrenza con Pandora. Secondo i rumors riportati da Cnet, l’accordo si baserebbe su un prezzo royalty-per stream inferiore rispetto a quello concesso attualmente a Pandora (si parla di 6 centesimi ogni 100 brani, ovvero l’esatta metà delle royalties pagate da Pandora), ma che lascia intravedere altre modalità di guadagno per le etichette. Queste ultime, infatti, avevano stabilito che il prezzo da pagare sarebbe stato quello di 21 centesimi ogni 100 brani, corrispondenti alle tariffe stabilite dal Copyright Royalty Board per quelle compagnie che non sono proprietarie di attività e operazioni di broadcasting. Insomma, quelli di Apple - se l’accordo andrà in porto - hanno spuntato un bel prezzo.

Apple sfrutterà il proprio software già installato nelle utlime versioni di iTunes per consentire agli utenti interessati allo streaming radio due diverse opzioni: acquistare i brani ascoltati tramite il servizio di streaming per incentivare i download, e un sistema di revenue-sharing sulle pubblicità con un servizio parallelo a quello di iRadio.

Questo servizio si configurerebbe proprio come una radio, senza offrire la possibilità all’utente di ascoltare brani on-demand, ma offrirebbe invece alcune opzioni che altri servizi di streaming come Pandora non offrono, come ad esempio quella di riavviare la riproduzione dei brani.

Nessun commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URL

Lascia un commento